Migliori programmi per comprimere file e cartelle (Windows / Mac)
La necessità di comprimere files è qualcosa che è nata dall’alba dei tempi. Principalmente per ridurre le dimensioni di file da condividere e inviare via email ma anche per effettuare backup di file importanti e archiviarli su un hard disk esterno. Vediamo in questo articolo le migliori soluzioni disponibili sia su Windows che su MAC OS.

Programmi di compressione file su WINDOWS

Per quel che riguarda Windows, e quindi il mondo dei PC, si può dire che l’intera storia è iniziata dai primi anni 90. A quei tempi, avere la possibilità di comprimere dati era qualcosa di vitale: gli Hard Disk allora non andavano oltre il singolo GB, alcuni avevano appena 800Mb di spazio totale. Come tale, quando sono usciti i primi software di compressione, la gente ha tirato un forte sospiro di sollievo.

Al giorno d’oggi, questi programmi sono comunque apprezzati visto che ci danno la possibilità di mandare mail con allegati più velocemente e di elaborare contenuti con più scioltezza. Chi sono i migliori con il quale possiamo avere a che fare? Eccoli tutti:

E chi si dimenticherà mai di Winrar? E’ sempre in continuo sviluppo e migliorato senza sosta. Alcuni prendono spesso in giro questo programma per via del suo avviso che ne riguarda di acquistare una licenza: tutto il software è difatti gratuito. Ma se si vuole fare a meno di vedere l’avviso, bisogna pagare. Nient’altro viene limitato. Questo rende Winrar molto appetibile, specialmente per le sue funzioni di compressione (uno dei migliori sul mercato) e ha la possibilità di poter trattare diversi formati senza bisogno d’aggiungere nulla. Ovviamente, può creare anche il suo formato proprietario RAR v5, con diverse opzioni di protezione e archiviazione (come l’archivio Solido, che aumenta la compressione se si tratta di file tutti uguali fra di loro)

Concorrente diretto di Winrar, è stato per la maggior parte degli anni 90 e inizio 2000 anche la prima scelta di molti utenti. Si basa sulla stessa premessa di Winrar per quel che riguarda i costi (gratuito, ma bisogna supportare un avviso ogni tanto) ma non toglie niente di avanzato all’utente finale. Se è per questo, è molto potente.
Si tratta d’un programma specialmente ottimizzato per creare archivi in più parti (anche con auto-estrattore) ed ha una varietà di strumenti avanzati con il quale possiamo creare il nostro archivio ideale. E’ anche possibile creare archivi ZIPX, ed il supporto per file da estrarre anche piuttosto vecchi è incluso stesso dal primo momento. Ciliegina sulla torta: il supporto in cloud. Viene superato leggermente da Winrar poiché è più macchinoso nell’utilizzo, ma lo stesso molto potente.

7-Zip rimarrà sempre amato da moltissimi. Questo perché è, per prima cosa, completamente gratuito. Non ha bisogno di licenze, né ogni tanto ci ricorda che possiamo pagare per qualche supporto aggiuntivo. Ha dalla sua anche la possibilità di usare il formato proprietario 7Z, il quale può essere comunque aperto da altri programmi, ma la creazione di quest’archivio è speciale: la modalità di compressione di 7-Zip è infatti fra le migliori esistenti, ovviamente se vengono usate le opzioni adeguate. La sua modalità di compressione più potente è molto lenta, ma anche azzeccata se vogliamo davvero ottenere il massimo possibile da files grandi e piccoli. Il programma è semplice, la grafica non è delle più accurate. Ma il fascino di 7-Zip è tutto da parte delle potenzialità tecniche che offre.

Un altro programma particolare che ha la sua piccola specialità: quella di essere capace d’integrarsi con Winrar o fare il suo piccolo lavoro completamente da solo. Questo vien fatto per ottenere il supporto per maneggiare i formati RAR senza ostacoli – e quindi la creazione e la modifica di questi file. Per tutto il resto, può funzionare su più d’un sistema operativo (è compatibile anche con Linux) e lo si rende perciò piuttosto flessibile. Ha uno strumento di conversione per più archivi, così da poter nel caso rendere compatibile un formato con l’altro, e sono presenti numerose opzioni per dare il massimo anche al livello della sicurezza: gli archivi possono essere criptati con una chiave AES-256, con una chiave 2FA. Visto il fatto che funziona insieme a Winrar, può essere anche un magnifico accessorio.

Programmi di compressione file su MAC OS

Di suo, MacOS ha già un ottimo modo per gestire lo spazio a disposizione nel sistema. Ma bisogna anche dire che una buona utilità per comprimere ciò che vogliamo mandare più comodamente sul web (o anche per magari risparmiare giusto quei pochi mega) è sempre ideale da avere in giro. Comodo per un sacco di situazioni, un software d’archiviazione e compressione può ridurre la quantità di tempo necessario a fare trasferimenti, elaborazioni ed altro ancora. La miglior cosa è che magari, questi software siano gratuiti (o almeno, per buona parte gratis).

Fra tutte le novità introdotte quest’anno, ecco a voi i migliori programmi per comprimere ed archiviare i vostri dati in MacOS:

Nonostante il nome molto Appleiano, iZip è attualmente un programma che offre una versione gratuita autonoma se scaricato dal sito, ed una a pagamento se preso dall’Apple Store. Con questo sistema, garantisce di soddisfare sia l’utenza che desidera avere un programma gratuito ed efficiente, che sia uno che promette anche altre funzioni in più. Supporta i formati ZIP, RAR e 7ZIP, e può creare archivi con una chiave di criptazione AES-256. Comodo anche per guardare cosa c’è in un archivio senza aprirlo del tutto (funzione d’anteprima) e la possibilità di creare archivi compressi semplicemente trascinando i file necessari.

Una delle funzioni più interessanti di Keka è la possibilità di comprimere ed aprire file ad archivio compresso da formati anche fra i meno conosciuti. Ad esempio, supporta anche i formati XZ, LZMA e PAX. Per quel che riguarda la compressione, offre una modalità per comprimere file anche in formati DMG ed ISO, dividendoli per una precisa quantità di MB e GB se lo vogliamo. Ha la possibilità di criptare gli archivi, ma naturalmente non è potente quanto alcuni software. Comunque non male, il suo punto di forza sta proprio nella quantità di formati che supporta per la decompressione e la compressione per sé.

Se invece v’interessa solo scompattare un archivio, L’Unarchiver è attualmente un software parecchio adeguato per questi scopi. Può aprire i file RAR, TAR, 7ZIP, BZIP…insomma, un po’ tutti. Supporta anche i vecchi formati di compressione come ARC o StuffIt. Ed è tutto gratuito, il che fa sempre comodo se non abbiamo voglia di comprare un programma apposito giusto per aprire qualche archivio compresso. Unarchiver è anche piuttosto svelto e sa rilevare la presenza di varie protezioni, al quale ovviamente bisogna mettere la password giusta per continuare.

Dalle parti dei programmi che offrono un’adeguata soluzione dietro un piccolo pagamento, possiamo trovare Better Zip. Normalmente il programma viene con qualche funzione gratuita, perciò non bisogna pagare nulla da subito. E’ un software molto solido, capace di proteggere degli archivi tramite la chiave AES 256 e vi è anche la possibilità di poter modificare archivi già creati in precedenza. Quindi, è possibile aggiungere o rimuovere files con pochi gesti, Better Zip è pienamente compatibile con tutto ciò. Di suo può creare archivi ZIP, TAR, RAR e 7ZIP (oltre ad altri). Può scompattare da tantissimi altri formati – compresi quelli JAR e DEB, che sono in genere trattati pochissimo – rendendo quindi Better Zip qualcosa che generalmente può applicarsi bene a tutto.

Tornando di nuovo al discorso dei programmi che sono dedicati solo all’apertura di archivi, troviamo RAR Extractor Lite. Come dice proprio il titolo dell’App, questo non fa altro che aprire archivi RAR di vario tipo e genere, quindi non sempre strettamente quelli classici. Riguarda anche i formati  7-Zip, GZip e Tar. Supporta anche l’apertura di archivi che sono protetti da password e criptazione, permettendo così di ottenere una discreta utilità a costo zero.