Miglior Programma per Partizionare Disco

Quando si acquista un nuovo computer, probabilmente è costituito da un disco rigido che ha due partizioni su di esso; una partizione con l’unità C: e l’altra (che può essere nascosta) che è la partizione di ripristino. Per molte persone, questa configurazione è sufficiente; non c’è il desiderio di installare altri sistemi operativi né vi è la necessità di avere una partizione separata per dati specifici (ad esempio come l’unità D: ).

Tuttavia, se sei una delle persone che vorrebbe installare altri sistemi operativi (ad esempio, dual-boot Windows 11 e Windows 10 oppure Windows e Linux) o vorrebbe una partizione separata dove salvare i file importanti o una partizione separata per installare tutti i programmi, allora hai bisogno di un programma per partizionare disco, ossia un gestore delle partizioni del disco che ti aiuti a creare delle partizioni extra. In questo articolo vogliamo segnalare i migliori programmi che fanno questo lavoro.

Partizionare un disco può avere diversi significati, ecco ad esempio un elenco di operazioni che potrebbe riguardare:

  • Creare nuova partizione sul PC
  • Dividere o Unire più partizioni del computer
  • Allocare spazio libero
  • Ridimensionare una partizione
  • Recuperare partizione cancellata
  • Clonare disco o partizioni
  • Convertire partizione in MBR

Quali sono i migliori programmi che consentono di fare tutte queste operazioni in modo semplice, veloce e sicuro (cioè senza perdita di dati). Ecco la nostra classifica!

#1. AOMEI Partition Assistant

pa-tu

AOMEI Partition Assistant è un potente programma di gestione disco e offre praticamente tutte le funzionalità che l’utente medio ha bisogno per gestire e partizionare dischi. Ciò che distingue Aomei dalla concorrenza sono principalmente due cose:

  1. Innanzitutto, AOMEI Partition Assistant permette di creare un disco di avvio WinPE (3.0) CD/DVD/USB. Con questo supporto sarà possibile avviare AOMEI Partition Assistant senza entrare in Windows, che è estremamente utile non solo quando non è possibile avviare Windows, ma anche per ridurre il rischio di perdita di dati per il partizionamento. (La modifica di partizioni è sempre più al sicuro se fatta senza l’avvio di Windows.)
  2. AOMEI Partition Assistant è disponibile anche in una versione completamente gratuita e offre la possibilità di creare una versione “portabile” che quindi non richiede installazione ed è ideale per gestire partizioni senza andare ad appesantire la lista dei software installati.

Puoi scaricare la versione gratuita di Partition Assistant dal link seguente:

Dopo l’installazione, la finestra principale di Partition Assistant si aprirà e ti darà la possibilità di iniziare subito a partizionare il disco e fare tantissime operazioni. Sulla sinistra infatti vedrai l’elenco delle funzioni pronte da applicare e utilizzare.

L’utilizzo del programma è davvero banale. Non dovrai far altro che selezionare il disco da partizionare e poi cliccare a sinistra sulla funzione di partizionamento da applicare. In alternativa puoi anche fare clic col tasto destro del mouse sul disco in questione e poi scegliere l’operazione da eseguire.

Nel complesso, nonostante la mancanza di avvio basato su Linux, Aomei Partition Assistant ha i seguenti vantaggi e funzionalità:

Vantaggi Partition Assistant

  • Può fare tutte le basi della gestione delle partizioni: creare, eliminare, formattare, estendere, ridurre, ridimensionare, spostare, unire e dividere le partizioni
  • Ha la capacità inoltre di
    • Allocare spazio libero
    • Copiare disco o partizione su nuovo disco o nuova partizione (sector-by-sector copy o copia di dati esistenti)
    • Modificare nome o lettera partizione
    • Cancellare definitivamente file, partizione o disco
    • Pulire spazio non allocato
    • Trovare errori su disco
    • Ricostruire MBR
    • Vedere le proprietà di un disco o partizione
    • Nascondere o visualizzare una partizione
    • Convertire partizione da logical e primaria e vice versa
    • Convertire partizioni FAT/FAT32 in NTFS
    • Migrare da HDD a SSD e vice versa
    • Possibilità di recuperare vecchie partizioni
  • Supporta filesystem NTFS, FAT, FAT32, ext2, e ext3
  • Supporta dischi MBR e GPT fino a 2TB e 4TB rispettivamente
  • Supporta tutti i tipi di dischi: interni, esterni, removibili, flash, memory cards, USB 1.0/2.0, IDE, SATA, SSD, SCSI, FireWire, e SAS
  • Supporta hardware RAID
  • Supporta creazione di dischi di avvio WinPE (4.0) CD/DVD/USB
  • Spegnimento computer al termine dell’operazione
  • E’ un programma in lingua italiana

Svantaggi Partition Assistant

  • Allineamento delle partizioni, modifica del numero di serie, modifica del tipo di partizione, e la conversione tra MBR e GPT sono disponibili solo nella versione a pagamento Pro
  • La versione gratuita di AOMEI Partition Assistant supporta solo dischi basici e non quelli dinamici.
  • Supporto di soli dischi WinPE  — no Linux

Maggiori info e link download >>

#2. MiniTool Partition Wizard Pro

MiniTool Partition Wizard Pro è un’ottima alternativa a Partition Assistnat. Principalmente a causa della somiglianza nel modo in cui funzionano entrambi i programmi. Hanno le stesse opzioni e prezzo e fanno quasi le stesse cose.

Tutti i punti che abbiamo elencato per Partition Assistant sopra sono validi anche per MiniTool Partition Wizard Pro. Ma l’opzione MiniTool include delle funzionalità aggiuntive che potrebbero essere utili a molte persone. Ci sono delle opzioni per modificare le dimensioni del cluster, eliminare i volumi dinamici e altre opzioni avanzate come la migrazione del sistema operativo da MBR a disco GPT, il che può essere complicato.

Se desideri un gestore di partizioni mirato, Partition Assistant funzionerà al meglio per te e, se desideri anche funzionalità extra, MiniTool Partition Wizard Pro potrebbe essere una buona alternativa.

#3. Acronis Disk Director

Acronis Disk Director è un’altra eccellente alternativa a Partition Assistant. Ha caratteristiche simili e può aiutarti a formattare, unire e clonare facilmente le partizioni del disco. Inoltre, l’app ha un’interfaccia semplice e facile da usare, che la rende perfetta sia per i principianti che per i professionisti.

Tutte le funzionalità che l’app può svolgere sono presenti nella colonna di sinistra della finestra, e cliccando su una scheda viene visualizzato il rispettivo pannello con tutte le informazioni necessarie. Ha anche etichette e collegamenti rapidi a diverse funzioni e sezioni nella guida della guida sul loro sito Web. Questo può aiutare molto e, quindi, rende l’utilizzo dell’app molto più semplice. Quindi, se sei alle prime armi e non sai come partizionare disco, Acronis Disk Director potrebbe essere una valida scelta da fare.


Qui sopra abbiamo elencato 3 programmi professionali per partizionare disco del computer (o di qualsiasi dispositivo di archiviazione). Bisogna comunque dire che Windows ha integrato già uno strumento in grado di partizionare disco. Stiamo parlando di Gestione Disco di Windows. Si, è vero, è un po’ basilare come programma però potrebbe essere sufficiente per le tue esigenze di partizionamento. Bisogna solo fare attenzione al fatto che alcune operazioni non sono fattibili con Gestione Disco e potresti riscontrare una perdita dati in fase di creazione, unione o ridimensionamento di una partizione. Quindi fai molta attenzione!

Lascia un commento